venerdì 4 dicembre 2020

Blu del mar - Spark Rocca

 

Titolo del singolo: Blu del mar

Autore e compositore: Francesco Rocca, in arte Spark Rocca

 



Ma chi l’ha deciso che bisogna fare i generi più in voga come la Trap il Reggaeton?! In piena contraddizione nasce “Blu del mar”, l’ultimo parto doloroso di Spark Rocca. Si tratta di un singolo dalle sonorità cantautorato con particolare nostalgia verso la chitarra da spiaggia ma che manifesta fin da subito particolari sonorità e fraseggi blues e frammenti di psichedelia.

Anche stavolta tutti gli strumenti sono suonati da Spark Rocca. La ricerca dei suoni è studiata nei minimi dettagli sia con l’utilizzo di strumenti musicali consoni che con strumenti considerati non usuali come il marranzano (o scacciapensieri).

Il testo è un’analogia di frammenti di vita, di sensazioni e di evocazioni con tono a tratti solenne, a tratti stridente celando la triste verità dell’incertezza dell’amore e del tempo che stiamo vivendo.

Spark Rocca consiglia l'ascolto sorseggiando un whisky o un rum.

 

Multi-link alle piattaforme di streaming: https://lnkfi.re/bludelmar

Videoclip ufficialehttps://youtu.be/9YUWIBId5i0

Testo

Arrivavi impetuosa poi sbuffavi

Tra le onde andavi e chissà se tornavi

Un’emulsione di enigmi ti circonda

Tutti ti guardano estasiati e impauriti

 

La tua altezza ci può distruggere

Fedelmente stridente sanguini e mormori

Caldamente inondi ogni costa

Tra la schiuma e le rocce ti insinui

 

C’era una candela senza cera

Una volta senza volta

Ma tanto c’eri tu

Tu fredda e tetra

Tu bianca di seta

 

Se prima bastava l’acqua

Adesso manca tutto

Ma tanto ci sei tu

Tu cupa e buia

Tu blu del mare

 

Tu che ridi senza sapere che piangi senza ghignar Ma tanto c’eri tu

Tu fredda e tetra

Tu bianca di seta tu blu del

 

Durata: 04:39

domenica 22 novembre 2020

Senza senso in tutti i sensi - nuovo singolo

 

“Senza senso in tutti i sensi” è l’ultimo parto doloroso di Spark Rocca. Si tratta di un singolo dalle sonorità cantautorato in stile chitarra da spiaggia ma che manifesta fin da subito particolari sonorità e fraseggi blues.

Anche stavolta tutti gli strumenti sono suonati da lui. La ricerca dei suoni è studiata nei minimi dettagli sia con strumenti musicali consoni che strumenti non usuali come il marranzano.

Il testo è tragicomico, all’apparenza demenziale, cela la triste verità dell’incertezza dell’amore e del tempo che stiamo vivendo.

Spark Rocca consiglia l'ascolto sorseggiando qualcosa di frizzante, come un prosecco, per godervi un aperitivo trasgressivo e divertente.

 

Multi-link alle piattaforme di streaming: https://lnkfi.re/senzasenso

 

Videoclip ufficialehttps://youtu.be/1S2ic2Au480

Testo

Questa è una storiella un po’ trotterella

Di una leggenda che narra una faccenda

Una faccenda drammaturgica e impudica

I nostri eroi, Deutecumeno e Parmolilla

Eran ciechi, sordomuti, senza tatto e senza olfatto.

Ma i due amanti senza alcun senso, in tutti i sensi… assenti

Si percepivano (si percepiscono), si intuivano e si amavano…

Finché Deutecumeno, alla guida della sua supercar

Ebbe un tragico incidente, (BOOM)

Sul portone di una chiesa si schiantò

Vani furono i tentativi di farlo capir a Parmolilla che il suo uomo era defunto

L’unico che riusciva a comunicare con lei era proprio Deutecumeno

Nessuno sa come facesse, visto che

Erano entrambi ciechi, sordomuti, senza tatto e senza olfatto.

Parmolilla senza il suo amante si rifiutò di mangiar

Il suo sguardo cieco divenne sempre più vuoto e vacuo.

In Paradiso si rividero

Su una nuvola si ascoltarono

Illuminati si palparono

E per l’eternità si baciarono

In Paradiso si rividero

Su una nuvola si accoccolarono

Così i due amanti nel ciel immenso

In tutti i sensi… si percepiscono. 

lunedì 14 settembre 2020

 

Titolo del singolo: Andrà tutto pene

Autore e compositore: Francesco Rocca, in arte Spark Rocca

 

“Andrà tutto pene” è il suo ultimo parto doloroso. Si tratta di un singolo dalle sonorità che, apparentemente, sembrerebbe un cantautorato stile chitarra da spiaggia ma che manifesta fin da subito particolari sonorità e fraseggi blues.

Anche stavolta tutti gli strumenti sono suonati da lui. La ricerca dei suoni e dei rumori, come lo stappo di una bottiglia, è studiata nei minimi dettagli per far vivere all'ascoltatore un'esperienza originale ed indimenticabile con grinta ed energia. Il testo all’apparenza demenziale, cela la triste verità dell’incertezza del tempo che stiamo vivendo.

Spark Rocca consiglia l'ascolto sorseggiando qualcosa di frizzante, come un prosecco, per godervi un aperitivo trasgressivo e divertente.

 https://open.spotify.com/track/3qLJs3g37y0tugQf12A17N?si=IBEFDXeRSpmTjWCRsPsbAQ

Videoclip ufficiale: https://youtu.be/H2v6sygZhpk

Testo:

La libertà di espressione

La fugacità di evacuazione

La fragilità di realizzazione

E sapete già che:

Andrà tutto pene

Perché la gente ragiona col pene

Per amore del pene

o per il pene dell’amore

Andrà tutto pene

Semini e non raccogli

Sfogli mille fogli

Guadagni solo imbrogli

Sciogli quadrifogli

Andrà tutto pene

Perché la gente ragiona col pene

Per amore del pene

o per il pene dell’amore

Andrà tutto pene

Perché la gente ragiona col pene

Per amore del pene

o per il pene dell’amore

Andrà tutto pene

Durata: 02:47


Link utili:

https://www.facebook.com/sparkrocca

https://www.youtube.com/c/sparkrocca

https://www.instagram.com/spark_rocca/

https://twitter.com/SparkRocca

https://sparkrocca.blogspot.com/

Google Play Store: https://bit.ly/2oCZ62S

Spotify: https://spoti.fi/2nCRuga

iTunes Apple music: https://apple.co/35vnSTa

 

sabato 23 novembre 2019


Nevrosi latente... Il mio ultimo lavoraccio mentale...
Ma la magia di creare delle melodie è imbattibile.
L'esecuzione dei primi fraseggi, dei soli... orgasmo! Ma se c'è un'idea che mi fa attizzare la fecondazione è avvenuta.
A volte la gestazione dura anni (ho brani in mente da registrare da non so quanto tempo... E continuano ad evolversi nella testa), a volte pochi giorni.
Il travaglio, poi, è come giocare una partita complicata ad un videogame...
Il parto è sempre doloroso... Poi un vuoto incolmabile... L'abbandono del figlio alle orecchie della gente che spesso non vuole neanche ascoltarlo, o comunque sia, sarà sempre qualcosa che non si aspetta di percepire e arriveranno critiche come se avessi offeso il loro Dio della Musica, infranto i loro schemi musicali da "non si può cambiare tonalità in questo modo", da "questo lo chiami cantare?", da "c'è qualcosa che non va ma non so cosa..." E arriveranno critiche comunque perché sono un fallito, un signor nessuno che tenta di fare cose di cui ha studiacchiato e rubacchiato solo su internet per poi stravolgere e interpretare tutto...
Ma la magia di creare qualcosa è imbattibile... 
Ma quei pochi che mi supportano e sopportano (stranamente) ci sono...
Ma la magia di creare qualcosa è imbattibile... 
Ma la magia di creare qualcosa è imbattibile... 
Ma la magia di creare qualcosa è imbattibile... .

Spotify link
Videoclip ufficiale (youtube link)

lunedì 11 novembre 2019

#Esistenzialismo compromesso... Ma la #quiete tornerà ad adagiarsi... E la #stanchezza di un #animo lesso... Sfiorerà la #follia per poi accasciarsi...

domenica 20 ottobre 2019

Un uovo... putrefatto su una tela prospettica...
Fisso sulle increspature sonore che si ramificano fin dentro la sua zampetta...
Spark Rocca